Costume

Sentieri di Libertą, il trekking come terapia per la malattia mentale

Dal 15 al 18 settembre l'Ogliastra ospiterą la terza edizione di "Sentieri di Libertą" un progetto che vede nel trekking una terapia per affrontare la malattia mentale.



CAGLIARI - "Sentieri di Libertà è un laboratorio di psicoterapia di comunità e rappresenta la metafora viva di un modello di psichiatria che vede la comunità come il luogo di cura per affrontare e risolvere la malattia mentale e ritrovare un nuovo senso di appartenenza". 

Con questi presupposti espressi dallo psichiatra Alessandro Coni, dal 15 al 18 settembre i Tacchi dell'Ogliastra ospiteranno la terza edizione di Sentieri di libertà il progetto di trekking terapia che vedrà impegnati oltre 200 pazienti/guarenti provenienti dai Centri di salute mentale della Sardegna, con tutte le Asl regionali coinvolte, della Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Il folto gruppo sarà accompagnato da oltre 100 specialisti tra medici, infermieri, psicologi, esperti di montagna. Un Convegno Itinerante che prevede trekking, dibattiti sui temi inerenti la salute mentale, momenti conviviali e feste con le Comunità locali ospitanti.

"Iniziative come Sentieri di libertà - ha affermato Luigi Arru, Assessore della Sanità della Regione Autonoma della Sardegna - risponde totalmente all'indirizzo politico di questa legislatura, quello di prestare la massima attenzione alla patologia mentale, facendo capire che l'istituzionalizzazione può e deve essere superata. Noi crediamo che si possano ottenere importanti risultati con una visione complessiva dell'assistenza, facendosi carico della persona con disturbo mentale, recuperandola e aiutandola a superare lo stigma".

Un'esperienza unica in Italia per tipologia e numeri di partecipazione e della quale, per questa edizione 2016, hanno voluto far parte lo scalatore di fama mondiale Fausto De Stefani, il secondo alpinista italiano dopo Reinhold Messner ed il sesto al mondo ad aver scalato tutte le quattordici vette superiori agli 8000 metri e il musicista Gavino Murgia. E proprio quest'ultimo sarà protagonista di due concerti straordinari in cui saranno coinvolti i pazienti e che sarà registrato per la realizzazione di un CD live.

Il programma di questa terza edizione sarà aperto nella serata di mercoledì 14 a Perdasdefogu con la proiezione del documentario Semus Fortes.

Giovedì 15 alle ore 21 nel Rifugio d'Ogliastra di Jerzu ci sarà invece l'anteprima del documentario Sentieri di Libertà dell'associazione culturale Lunadigas.

Dalla mattina del 16 settembre avrà inizio il trekking con le camminate sui Tacchi di Tertenia. Alle 20.30 dello stesso giorno è invece previsto l'incontro con Fausto De Stefani dal titolo Leghiamo i Tacchi all'Everest, che si terrà nella piazza Barigau di Ulassai. Sempre in piazza Barigau, la seconda giornata sarà chiusa alle 21.30 dal concerto di Gavino Murgia & Crazy Not-te.

Il 17 ci si sposta nel territorio di Gairo per il trekking sul Perd'e Liana. Stessa location, alle 16.30, per il Ballo della montagna.
Alle 21 uno dei momenti di maggiore fascino perché in località Sa Brecca, nel territorio di Osini il secondo dei concerti di Gavino Murgia & Crazy Not-te.

Domenica 18 settembre, al mattino, ci sarà la chiusura del progetto, dalle montagne al mare con la discesa di tutti i partecipanti nella marina di Cardedu.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it