Cronaca
giovedì, 06 giugno 2013

"Totò Riina in Sardegna"

Totò Riina, il capo di Cosa Nostra, in Sardegna: “E' dato per scontato negli ambienti penitenziari nazionali il trasferimento in Sardegna del boss dei boss Totò Riina, che dovrebbe arrivare entro il mese nel carcere di Bancali a Sassari". Lo afferma il deputato sardo del Pdl, Mauro Pili, che lancia l'allarme

CAGLIARI - "Occorre fermare immediatamente l’arrivo di Riina e di metà di Cosa Nostra in Sardegna e a Sassari. E’ un errore sotto ogni punto di vista, tecnico e politico. Significa considerare la Sardegna una colonia dove tutto è consentito”.

Lo ha detto stamane a chiare lettere nel corso di una conferenza stampa radiofonica su Radiolina in collegamento da Bruxelles il professor Pino Arlacchi,  presidente dell’Associazione mondiale per lo studio della criminalità organizzata, insieme al deputato sardo Mauro Pili in prima linea nel contrasto di questa decisione di trasferire in Sardegna oltre 600 mafiosi di cui 300 del regime 41 bis.

Mauro Pili nel corso della diretta ha annunciato che “è dato per scontato negli ambienti penitenziari nazionali il trasferimento in Sardegna del boss dei boss Totò Riina, che dovrebbe arrivare entro il mese nel carcere di Bancali a Sassari".

Foto

Ultimo aggiornamento: 06-06-2013 16:53
Altre notizie

    
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it