Cronaca

Uta, detenuto rischia la vita per un cocktail di farmaci

Tragedia sfiorata stanotte nel carcere di Uta. Un detenuto ha rischiato di morire dopo aver ingerito una gran quantità di farmaci. A salvargli la vita è stato decisivo l'intervento dei medici di guardia.



UTA (CA) - "L'assunzione di un micidiale cocktail di farmaci ha messo a rischio la vita di un detenuto. L'episodio avvenuto la scorsa notte nella Casa Circondariale di Cagliari non ha avuto tragiche conseguenze grazie alla presenza dei medici e degli infermieri in turno che hanno attivato immediatamente le procedure di rianimazione". Lo afferma Maria Grazia Caligaris, presidente dell'associazione "Socialismo Diritti Riforme", sottolineando "l'indispensabile continua e costante presenza dei medici durante le 24 ore nella mega struttura ubicata nell'area industriale a 23 chilometri da Cagliari".

"Mentre sono in corso gli accertamenti per verificare le cause e le circostanze dell'abuso di sostanze, l'episodio – sottolinea – evidenzia la necessità di un controllo costante nella somministrazione dei farmaci e l'urgenza di monitorare l'uso da parte dei detenuti. Nella realtà cagliaritana la presenza di molti cittadini privati della libertà con problematiche legate al disagio psichico e alla tossicodipendenza comporta azioni mirate soprattutto a salvaguardarne la salute. C'è sempre il rischio che qualcuno possa assumere un'eccessiva dose di medicinali trasformandoli in armi mortali. Ciò significa che aldilà delle politiche di risparmio sempre in agguato occorre garantire la tutela della salute del paziente detenuto come sancito dalla Costituzione".

"In realtà persone con gravi e complessi disturbi dovrebbero trovare una collocazione alternativa al carcere anche perché nonostante la professionalità degli Agenti della Polizia Penitenziaria e dei Sanitari, non è sempre possibile – conclude la presidente di Sdr – un intervento tempestivo e risolutore. Eventi drammatici di questa entità inducono a riflettere sull'intera organizzazione sanitaria della struttura penitenziaria che a 10 mesi dal trasferimento da Buoncammino presenta purtroppo ancora numerose pecche".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it