Cronaca

Manda via l'ospite, lui reagisce e con un cacciavite tenta di uccidere il padrone di casa

Una lite tra inquilini rischia di finire in tragedia. Succede a Capoterra dove un 36enne nigeriano ha cercato di uccidere un suo connazionale ferendolo alla gola con un cacciavite.



CAPOTERRA - All'origine della lite la richiesta, rifiutata, di lasciare l'abitazione nella quale viveva. Sarebbe questo il motivo che ha portato un ragazzo nigeriano di 29 anni a ferire un suo connazionale 36enne che l'aveva ospitato per qualche tempo a casa sua.

Stando alla ricostruzione dei carabinieri nei giorni scorsi pare che l'ospite fosse stato invitato a trovarsi un'altra sistemazione, invano. Così stamane il padrone di casa avrebbe fatto sostituire la serratura e sistemato valige ed effetti personali dell'ospite, ora non più gradito, fuori di casa. 

Al rientro del giovane dopo le parole si è passati ai fatti, la situazione è subito degenerata per la rabbiosa e violenta reazione del nigeriano allontanato: dopo aver afferrato un cacciavite ha colpito al collo il padrone di casa, per poi fuggire. Inutilmente, visto che l'aggressore è stato raggiunto in poco tempo dai carabinieri e fermato con l'accusa di tentato omicidio. La vittima invece è in ospedale, la sua prognosi è riservata.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it