Cronaca

266 punti interrogativi. L'esercito degli scomparsi nel nulla in Sardegna

Nessuna traccia di tantissime persone, il buio ha inghiottito centinaia di vite negli ultimi quaranta anni. Le cifre, aggiornate, diffuse dal Viminale durante la presentazione di un dettagliato dossier.



ROMA - Spariti nel nulla, dissolti come neve al sole. Eppure, devono essere da qualche parte: vivi o morti. Duecentosessantasei uomini e donne hanno fatto perdere, dal 1974 all'anno scorso, le proprie tracce in Sardegna. Un numero alto e preoccupante, al quale bisogna sommare un 29: è il totale dei cadaveri, ritrovati nell'Isola, ai quali è stato impossibile assegnare un'identità. I dati provengono dal Viminale, che ha stilato un dettagliato dossier sugli scomparsi in tutte le regioni d'Italia. Si sono volatilizzati ben 31372 cittadini, quasi ottomila nei primi mesi di quest'anno.

La maggior parte degli allontanamenti riguarda minori, in fuga da istituti e comunità protette, al secondo posto c'è un dettaglio non da poco, ovvero i disturbi psicologici, mentre sono numerosi i casi in cui un bambino o una bambina è stato portato via da uno dei coniugi. Minori a parte, la fetta più grande di scomparsi riguarda persone con oltre diciotto anni.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it