Cronaca

La Sardegna non cresce più. Boom stranieri, +300% in dieci anni

Tra il 2004 e il 2014 il confronto è impietoso: i sardi aumentano dell'1 per cento. Tra le nazioni più rappresentate Romania, Marocco e Senegal. È il Cagliaritano la provincia più multietnica.



CAGLIARI - L’incremento della popolazione straniera in Sardegna è avvenuto in termini significativi negli ultimi dieci anni, con un alto indice di crescita. Infatti, considerando il decennio dal 2004 al 2014, i dati riguardanti gli stranieri in Sardegna vedono una crescita di oltre il 300 per cento, mentre nello stesso periodo il tasso di crescita dei cittadini sardi è stato soltanto dell'1 per cento. Risultano interessanti i dati relativi all’evoluzione dell’incidenza della popolazione straniera sul totale della popolazione residente , passata dallo 0,8 per cento del 2004 al 2,7 del 2014.

Al 1 gennaio 2015 la Sardegna aveva 45079 cittadini stranieri residenti, pari allo 0,8 per cneto di tutti gli immigrati presenti in Italia (oltre 5 milioni). I dati sono dell'Istat e sono stati squadernati dall'Acli Cagliari. I cittadini stranieri maschi sono 19912, 25mila le femmine. Nell’ultimo anno l’incremento rispetto al totale della popolazione residente è stato del 2,71%, mentre la variazione rispetto all’anno precedente è stata del 6,93 per cento.
A livello provinciale è sempre Cagliari al primo posto con 14732 stranieri, segue Olbia-Tempio con 11549 cittadini stranieri , ma la provincia gallurese si conferma al primo posto per l’incremento rispetto al totale della popolazione residente pari al 7,22 per cento, mentre è la provincia di Nuoro ad avere la variazione maggiore rispetto all’anno precedente 10,76 per cento. Tra i Comuni della Sardegna, al primo posto c'è Cagliari con 7141 cittadini stranieri, al secondo posto Olbia (5668) e al terzo posto Sassari (3454), mentre l’incremento maggiore di cittadini stranieri rispetto alla popolazione (10,23 per cento) e rispetto all’anno precedente (40,75 per cento) spetta al comune di Arzachena .
Se analizziamo le aree geografiche di provenienza, troviamo al primo posto l’Europa al 54,27 per cento (24463), segue l’Africa al 22,55 (10164), poi l’Asia 18,44 (8316), al quarto posto l’America con il 4,63 per cento (2086) e infine l’Oceania con 33 residenti. La componente romena e le altre collettività provenienti dal continente europeo, in particolare l’Ucraina, la tedesca e la polacca, assorbono quasi il 40 per cento dei cittadini stranieri residenti in Sardegna.
La classifica dei Paesi vede sempre al primo posto la Romania 13446 (29,83 per cento), segue il Marocco 4319 (9,58 per cento), al terzo posto il Senegal 3799 (8,42 per cento), al quarto posto la Cina 3224 (7,15 per cento), Ucraina 2133 (4,73 per cento), Filippine 1935 (4,29 per cento). Nel caso del Marocco della Cina e del Senegal la componente maschile prevale su quella femminile. Mentre nel le comunità provenienti dall’Ucraina, Polonia, Romania, Filippine prevale la componente femminile con un rapporto di circa 8 a 2.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it