Cronaca

L'idea del Comune: "A Is Mirrionis studenti assieme a inquilini delle case popolari"

Studenti universitari e inquilini delle case popolari in coabitazione. ╚ un progetto pilota di innovazione sociale pensato dal Comune di Cagliari e Ersu.



CAGLIARI - Il Comune di Cagliari e l'Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di Cagliari (Ersu), promuovono la sperimentazione di un intervento di coabitazione solidale (co-housing), su base volontaria, nei quartieri di Is Mirrionis e San Michele tra inquilini degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (comunemente dette case popolari) e studenti universitari fuori sede.

"Il progetto pilota - scrive il Comune in una nota - realizza un importante tassello della strategia definita dal Comune nell'ambito della programmazione dei fondi strutturali europei 2014-2020". La coabitazione solidale costituisce una modalità di convivenza basata su principi di solidarietà, reciprocità e sul volontariato, tesa a promuovere lo sviluppo di comunità, a rafforzare le reti sociali e a ridurre il rischio di marginalità e solitudine.

La particolare forma di residenza prevede il coinvolgimento di un numero ristretto di studenti universitari fuori sede e di altrettante famiglie che, liberamente, sceglieranno di mettere a disposizione una stanza per la durata dell'intero anno accademico in cambio di piccoli aiuti quotidiani e di un sostegno nella ricomposizione delle proprie reti di relazione (domiciliarità leggera). La gestione della fase di selezione dei beneficiari del progetto e l'accompagnamento, affidati ad un soggetto operatore esperto, vedrà le persone impegnarsi a portare avanti l'esperienza attraverso la sottoscrizione di un patto abitativo ispirato ai principi del mutuo-aiuto e della solidarietà.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it