Cronaca

Funghi, emergenza senza fine in Sardegna. Undici intossicati in una settimana

Coppia di olbiesi finisce all'ospedale, tra vomito e violenti dolori alla pancia. La Asl del capoluogo della Gallura potenzia i servizi di soccorso e apre un terzo ambulatorio nel comune di Badesi.



OLBIA - Visti i numerosi casi di intossicazione da ingestione di funghi, la Asl di Olbia potenzia il servizio micologico della Asl gallurese, e apre il terzo ambulatorio del territorio nel comune di Badesi. A Olbia una coppia in osservazione in seguito al consumo di un piatto di funghi. Mentre all’ospedale di Olbia si registrano il decimo e undicesimo caso di intossicazione conseguente al consumo di funghi, la Asl di Olbia comunica che da lunedì 9 novembre prossimo, nei locali al piano terra del poliambulatorio di via Riu Balbaro, a Badesi, un micologo è a disposizione della popolazione per garantire l’attività di prevenzione, controllo e certificazione di commestibilità dei funghi freschi spontanei destinati all'autoconsumo dei cittadini ma anche di quelli destinati alla vendita o alla somministrazione negli esercizi di ristorazione e gastronomia.

Gli ultimi due casi di intossicazione si sono registrati all’ospedale di Olbia, quado moglie e marito olbiesi, di 52 e 58 anni, si sono presentati al pronto soccorso, con sintomi a carico dell'apparato gastrointestinale (vomito irrefrenabile e dolori addominali violenti). Così come accertato dai micologi dell'Azienda sanitaria, l’intossicazione odierna è stata causata dall'ingestione di un fungo, l’Omphalotus olearius, raccolto nel giardino della loro abitazione di Olbia. Le loro condizioni di salute sono ora stazionarie, anche se i coniugi resteranno per alcune ore in osservazione all’ospedale. Con le abbondanti raccolte di funghi che si stanno registrando in questo periodo nelle campagne e nei boschi della Gallura, l’Azienda sanitaria ricorda alla popolazione l’importante servizio, gratuito, istituito a tutela della salute pubblica, che ora si arricchisce di un terzo ambulatorio. L’ispettorato micologico si colloca all’interno del Dipartimento di prevenzione della Asl di Olbia, nel Servizio diiIgiene degli alimenti e della nutrizione. Tra i suoi compiti rientra anche quello di rilasciare le certificazioni obbligatorie necessarie agli esercenti per vendere al banco i funghi spontanei. "A tal proposito si ricorda che sia gli esercenti che si occupano della vendita, sia le attività che somministrano i funghi, come i ristoratori, devono possedere anche l’attestato di idoneità alla vendita e alla somministrazione".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it