Cronaca

Diritto allo studio, autogestione al Magistero di Cagliari

Un'aula del Magistero dell'Università di Cagliari autogestita dagli studenti: gli universitari protestano contro i nuovi parametri Isee che non permetterebbero a tanti di loro di accedere alle borse di studio.



CAGLIARI - Si è svolta ieri al Magistero dell'Università di Cagliari l'assemblea "in difesa del Dsu e della Università Pubblica", indetta dagli Studenti Contro il Nuovo Isee.  All'incontro erano presenti l'assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Claudia Firino, e il rettore Maria Del Zompo. Gli studenti di Unica 2.0, lista che ha la maggioranza dei voti nella popolazione universitaria, non si ritengono soddisfatti dei "contenuti emersi durante il confronto con l'assessore, non è stato infatti preso nessun impegno preciso e non è stata esplicitata la volontà di affrontare immediatamente la drammatica situazione".

"Infatti - scrive l'associazione universitaria -, davanti alle precise richieste degli studenti, come quella di riaprire il bando Ersu per gli esodati dall'Isee, le risposte sono state vaghe e poco esaurienti. Tutto è stato rimandando a tempi indefiniti, in prospettiva dell'anno accademico 2016/2017 e correlati agli esiti della conferenza Stato-Regioni. Non possiamo più aspettare".

Per queste ragioni la richiesta di avere uno spazio autogestito in modo da discutere ed elaborare un documento che faccia il punto sulla situazione degli studenti. Ad ospitarli sarà un'aula del Magistero, d'accordo con i vertici dell'ateneo. Il rettore Del Zompo ha infatto accolto la richiesta di offrire ospitalità in uno spazio autogestito, all'interno della Facoltà, in cui gli studenti – senza disagio per la didattica ordinaria - possano incontrarsi, studiare e approfondire i temi attualmente in discussione, per elaborare un dossier che successivamente presenteranno in Regione.

Nella foto gli studenti e il rettore Maria Del Zompo durante l'assemblea

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it