Cronaca

Costo dei rifiuti da infarto in Sardegna. 320 milioni e strade sporche

Una vagonata di denaro ogni anno per ritirare la spazzatura e pulire le strade. Tariffe cresciute di oltre il 22 per cento, strangolato il portafoglio dei sardi. Confartigianato: "Costi abnormi non più tollerabili".



CAGLIARI - In Sardegna 320 milioni l’anno (188 euro a testa) per ritirare i rifiuti e spazzare le strade. E aumentano anche le tariffe "dedicate": più 22,6 per cento. Ogni sardo paga spende ben il 12,3 per cento in più rispetto alla media nazionale. I sardi coprono questi costi pagandoli di tasca propria per il 98,3 per cento. L'Isola occupa il sesto posto nazionale tra le regioni con le tariffe più elevate. A osservarlo è il rapporto nazionale di Confartigianato sulle tariffe dei rifiuti e il costo dei servizi (dati 2014 dell’Ispra), che sottolinea anche che "il costo cresce dove la qualità del servizio è peggiore".

In Sardegna la gestione dei rifiuti indifferenziati incide per il 34,3 per cento del costo, la gestione della differenziata per il 37 per cento (la Sardegna è al primo posto in Italia come costi), lo spazzamento e il lavaggio delle strade per il 13 per cento, i costi comuni (accertamento, riscossione e contenzioso) per l’11,2 per cento e l’ammortamento di mezzi e attrezzi per il 4,4 per cento. "Se imprese e cittadini si trovano a pagare i rifiuti a peso d’oro, se si hanno le strade sporche e se i servizi di nettezza urbana non sono esattamente da prendere a modello", commenta la presidente di Confartigianato Imprese Sardegna, Maria Carmela Folchetti. "È innegabile che ci sia più di un problema che viene scaricato sui contribuenti". Senza contare che le tariffe, nella media nazionale, negli ultimi 5 anni sono cresciute del 22 per cento, quasi tre volte superiore all’inflazione. Senza contare il gap del più 14,6 pe cento rispetto alla media dei costi europei cresciuti solo del 9,8 per cento. Sappiamo che Regione e Comuni stanno lavorando per trovare le soluzioni al problema gravissimo dei costi e della gestione, auspichiamo che vengano trovate al più presto, queste condizioni non sono più tollerabili”. 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it