Cronaca

Oristano, sequestrati i giocattoli di Natale: tossici e pericolosi

In un negozio di Oristano i carabinieri del Nas hanno sequestrato oltre mille giocattoli: sono privi di marchio europeo e costruiti con materiali tossici. Erano pronti per essere venduti nel periodo natalizio.



ORISTANO - I carabinieri del Nas di Cagliari (il nucleo anti sofisticazione) e della Compagnia di Oristano hanno segnalato all'Autorità Amministrativa competente un cittadino cinese 37enne, responsabile di una rivendita al dettaglio di articoli vari, a Oristano, poiché all'interno del suo esercizio commerciale vendeva giocattoli ed articoli elettrici privi delle informazioni obbligatorie e delle avvertenze di utilizzo in lingua italiana, tra l'altro sprovvisti della marcatura Ce.

I militari durante l'ispezione hanno rinvenuto tra gli scaffali più di 1.000 giocattoli pericolosi in quanto completamente privi della marcatura CE, composti con parti facilmente distaccabili e ingeribili, nonché da materiali tossici, senza che vi fossero le previste indicazioni obbligatorie in lingua italiana, tra cui quelle di pericolo e di divieto di utilizzo per i bambini di età inferiore ai 3 anni. Alcuni dei giocattoli, tolti immediatamente dalla vendita, provenivano da un ingrosso del Cagliaritano ispezionato e sanzionato lo scorso 2 dicembre in analogo servizio.

Sono stati rinvenuti anche più di 300 articoli elettrici, la maggior parte dei quali costituiti da asciugacapelli e macchinette per l'asciugatura delle unghie smaltate, prive di marcatura Ce e delle previste indicazioni obbligatorie in lingua italiana, tra cui le indicazioni di pericolo. Questi apparecchi possono, infatti, provocare corto circuito, ustioni e folgorazioni durante il loro utilizzo. 

Foto simbolo

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it