Cronaca

Maxi truffa a Porto Torres. Chili di caffè pagati con assegno rubato

Un 30enne acciuffato dalla polizia, per lui scatta anche l'accusa di reati contro il patrimonio. Decisiva la denuncia della titolare di una rivendita all'ingrosso di caffè.



PORTO TORRES (SS) - Gli uomini del Posto fisso di polizia della città del Sassarese hanno denunciato in stato di libertà un 30enne di Sassari, già noto alle Forze dell’ordine, per una serie di reati contro il patrimonio, per aver acquistato un’ingente quantità di caffè, pagando con un assegno risultato rubato.

Gli agenti sono risaliti al colpevole solo dopo la denuncia sporta dal titolare di una rivendita di caffè all’ingrosso, che si è visto rifiutare la negoziazione dell’assegno da parte della propria banca, perché è risultato rubato. Dopo aver svolto tutti gli accertamenti del caso, i poliziotti hanno denunciato il 30enne anche per non aver tenuto una "condotta irreprensibile", vista la sua condizione di sorvegliato speciale.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it