Cronaca

Acqua torbida dalle sorgenti di Santu Lussurgiu. Rubinetti a secco a Oristano

Le abbondanti precipitazioni hanno aumentato la torbidità dell’acqua delle sorgenti che alimentano l’acquedotto della città di Eleonora. Stop all'oro blu anche a Massama e Nuraxinieddu.



ORISTANO - Il provvedimento riguarda il centro abitato di Oristano e le frazioni di Massama e Nuraxinieddu. E’ stata garantita una diversa alimentazione alle frazioni di Donigala Fenughedu, Torregrande e Silì dove l’acqua è potabile. I tecnici di Abbanoa hanno già avviato i controlli per monitorare l’andamento del fenomeno e il rientro dei parametri di potabilità quando le condizioni meteo si assesteranno.

Come già avvenuto negli anni passati, al potabilizzatore di Silì (l’accesso all’impianto è in corrispondenza di una traversa di via Vandalino Casu) Abbanoa metterà a disposizione della cittadinanza un punto di rifornimento di acqua potabilizzata: chiunque, munito di idonei recipienti, potrà ottenere una fornitura di 100 litri. Ulteriori punti di approvvigionamento di acqua potabile sono garantiti dalle fontanelle pubbliche comunali: via Martiri del Congo e via Adua a Silì, via Sant’Antonino, via Santa Petronilla e via Nurachi a Donigala Fenughedu, via Millelire e strada per il porticciolo a Torre Grande.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it