Cronaca

Cagliari, contro i tagli allo studio l'Università scende in piazza

Lunedì 21 marzo l'Università di Cagliari aderisce alla manifestazione indetta in difesa dell'alta formazione e della ricerca: ecco le iniziative previste in città.



CAGLIARI - Tutta l'Università di Cagliari è mobilitata per aderire alla manifestazione indetta per lunedì 21 marzo in contemporanea in tutto il Paese dalla Conferenza dei Rettori italiani: l'ateneo del capoluogo è stato tra i primi a sollevare con forza il problema dei tagli lineari e progressivi agli Atenei italiani in atto dal 2008. Si tratta di una scelta politica trasversale che, in coincidenza con la drammatica crisi globale e l'adozione di una radicale riforma organizzativa, si è tradotta nella perdita di oltre 10mila posizioni di ruolo in tutta Italia solo tra quelle per docenti e ricercatori, con tagli superiori al 13% del totale quando la media nel settore pubblico è stata ad oggi del 5%. Per effetto di queste politiche, il Fondo di Finanziamento Ordinario dell'Università di Cagliari (i fondi trasferiti dallo Stato) ha subìto una drastica flessione di quasi il 10% negli ultimi due anni, in forza di indicatori profondamente iniqui più volte denunciati dal rettore Del Zompo.

Il 21 marzo in ogni sede delle università italiane si terranno incontri e dibattiti pubblici per riaffermare il ruolo strategico della ricerca e dell'alta formazione per il futuro del Paese. Verranno discusse e raccolte idee e proposte da consegnare al Governo in un documento di sintesi unitario redatto dalla Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui).

Il programma predisposto dall'Università di Cagliari prevede, al mattino del 21 marzo, una" passeggiata" per le vie del centro della città, durante la quale docenti, studenti e personale incontreranno la cittadinanza e distribuiranno volantini che spiegano i motivi della protesta. La partenza del corteo è fissata alle 10.30 dal Palazzo del Rettorato (via Università 40) per giungere al Palazzo civico di via Roma, dove nella Sala del Consiglio comunale i partecipanti saranno accolti dal sindaco Massimo Zedda e dal presidente del Consiglio comunale Goffredo Depau. Previsti gli interventi del Rettore Maria Del Zompo, del decano del Senato accademico, Patrizia Mureddu e del rappresentante degli studenti Roberto Vacca.

Alle 16 – nell'Aula Magna del Rettorato in via Università 40 – si aprirà la conferenza dal titolo "Per una nuova primavera dell'Università in difesa del diritto all'alta formazione e del ruolo strategico della ricerca pubblica", moderata da Pietro Ciarlo, Prorettore per la semplificazione e l'innovazione amministrativa. Dopo i saluti istituzionali del Prorettore vicario, Francesco Mola, sono previste tre relazioni: "L'Università in declino" del prof. Gianfranco Viesti (Università degli Studi di Bari Aldo Moro), "La questione meridionale dell'Università: una vera emergenza!", del prof. Mauro Fiorentino (Università degli Studi della Basilicata), e "Costruire un nuovo rapporto tra impresa ed Università per supportare innovazione, occupazione e sviluppo", del Presidente di Confindustria Sardegna, Alberto Scanu. Quindi l'intervento del presidente del Consiglio degli Studenti, Giuseppe Esposito, e le conclusioni del rettore Maria Del Zompo.

Nella foto una recente assemblea studentesca assieme al rettore Del Zompo

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it