Cronaca

Tagli allo studio, a Cagliari l'Università in piazza? "Macchè, inutile salotto radical chic in Comune"

Lunedì 21 marzo c'è la Primavera delle Università, proteste in vista contro i tagli del Governo nazionale. Massidda: "I simili non si fanno danno a vicenda, la Del Zompo non protesta da Pigliaru".



CAGLIARI - Scoppia la polemica sull'evento - che riguarda tutta Italia, ma anche il capoluogo sardo - "Primavera dell'Università". Per protestare contro i tagli del Governo nazionale e riaffermare il valore di studio e ricerca, l'Ateneo cagliaritano ha organizzato, per lunedì 21 marzo, una passeggiata per le vie del centro della città. Docenti, studenti e personale pronti a distribuire volantini per spiegare le ragioni della protesta, poi tappa finale in Comune. Lì, il rettore Maria Del Zompo ha in agenda un incontro con il sindaco Massimo Zedda. Nel pomeriggio, in Rettorato, conferenza dal titolo "Per una nuova primavera dell'Università in difesa del diritto all'alta formazione e del ruolo strategico della ricerca pubblica". Un'organizzazione che, soprattutto per la prima parte, fa infuriare Piergiorgio Massidda, candidato sindaco supportato da liste civiche.

"I simili non si fanno danno a vicenda. Pigliaru nella manovra 2015 ha cancellato le borse di studio di quasi 450 studenti sardi. Attualmente solo nella facoltà di medicina e veterinaria mancano 3 milioni di euro per borse a Cagliari e 2 milioni di euro a Sassari. Lunedì si dovrebbe protestare sotto il palazzo della Regione e non sotto quello del Comune", attacca Massidda. Che lancia più che una semplice stilettata tanto a Maria Del Zompo quanto a Massimo Zedda. "Il rettore ha scelto un programma di protesta alquanto singolare: andrà a far salotto al Comune di Cagliari dove verrà accolta dal sindaco Massimo Zedda. Sarà che, avendo tutti i protagonisti, la stessa connotazione politica non vogliono prendersi la responsabilità di una protesta legittima?".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it