Cronaca

Affaire Lirico, sospiro di sollievo per Massimo Zedda. "Assolto, il fatto non sussiste"

Il processo in primo grado contro il sindaco di Cagliari per il presunto abuso d'ufficio per la nomina di Marcella Crivellenti termina con l'assoluzione. Dopo due anni il verdetto, adesso l'esponente di Sel mira al bis al Comune.

CAGLIARI - Due anni e un mese "infiniti". Tra proteste dei lavoratori del teatro e fiumi di accuse. Il sindaco Massimo Zedda esce indenne dal processo legato alla nomina di Marcella Crivellenti soprintendente del Lirico. "Assolto perchè il fatto non sussiste", queste le parole di Claudio Gatti, giudice della prima sezione penale del Tribunale di Cagliari. Rigettata totalmente la richiesta di condanna per abuso d'ufficio, a 1 anno e sei mesi, formulata dal pm Giangiacomo Pilia. Per il neo sindaco metropolitano si tratta di una sentenza che gli spiana definitivamente la strada per il tentativo-bis di conquistare la poltrona più pesante di palazzo Bacaredda. Con la maggior parte dei partiti di centrosinistra - più qualche new entry, dal Psd'Az a alcuni consiglieri di opposizione - e senza più nessuna grana giudiziaria da dipanare, la corsa verso le elezioni comunali del prossimo giugno diventa sempre più interessante.

LA GIOIA DEL PD - "Con grande soddisfazione apprendiamo dell'assoluzione di Massimo Zedda. Noi non abbiamo mai dubitato della sua correttezza ed onestà, ed oggi la magistratura ce lo ha confermato", così Nicola Montaldo, segretario dei democrat cagliaritani. La promessa: "Il Pd di Cagliari proseguirà il suo impegno per la riconferma del sindaco e dell'amministrazione di centrosinistra per i prossimi cinque anni".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it