Cronaca

Maxi rissa tra 30 stranieri a Cagliari. Volano sedie e bottiglie, un arresto

Notte di paura in piena periferia, in viale Monastir una trentina di extracomunitari se le danno di santa ragione. Interviene la polizia,in manette 28enne nigeriano.



CAGLIARI - Calci, pugni, sedie e bottiglie di vetro. Incredibile maxi rissa, quella scoppiata nel cuore della notte in viale Monastir, un'area della città da anni meta di droga e prostituzione straniera. Una trentina lepersone che se la sono data di santa ragione sul bordo della strada. Provvidenziale l'intervento di una volante della polizia: gli agenti hanno dovuto chiedere rinforzi.

Quasi tutti sono fuggiti approfittando dell'oscurità. Uno di loro, C.O., 28enne nato in Nigeria e già noto alle Forze dell'ordine per reati legati al mondo dello spaccio di droga, è stato bloccato e arrestato dopo che, salito a bordo di un'automobile con due donne, ha cercato di fuggire e di speronare una delle volanti dei poliziotti. Portato in questura, l'uomo è risultato essere agli arresti domiciliari - non rispettati -. Arresti confermati, presto l'incontro con il giudice. "La rissa tra stranieri per motivi di prostituzione porta ancora una volta alla luce la pericolosità della presenza di clandestini, che alimentano in modo crescente le attività illecite sul territorio", interviene Daniele Caruso, coordinatore regionale di Noi Con Salvini - Sardegna. "Evidentemente, la situazione sta degenerando e sta sfuggendo di mano alle autorità. Invochiamo un intervento del Governo per porre fine immediatamente allo sbarco di clandestini nell'Isola".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it