Cronaca

Centro per migranti alle porte di Cagliari. 500 posti nella scuola penitenziaria di Monastir

La struttura, dismessa, pronta ad ospitare centinaia di immigrati. La Protezione Civile al lavoro. "Gią tutto deciso, i costi di gestione saliranno alle stelle". Il caso arriva in Parlamento.



CAGLIARI - Un nuovo centro per migranti sta per essere inaugurato alle porte di Cagliari, sulla Ss 131. Meglio, si tratta di un cambio di destinazione: la scuola penitenziaria di Monastir, dopo un'inattività di qualche anno, sta venendo svuotata dagli uomini della Protezione Civile per far spazio, a breve, a centinaia di migranti. La stima è di circa 500 posti disponibili. Un'ulteriore conferma, a quanto pare, rispetto alle indiscrezioni degli ultimi giorni, che vedono Roma scegliere le carceri sarde per ospitare i cosiddetti "disperati del mare".

La denuncia arriva dal deputato e leader sardo di Unidos, Mauro Pili. "Pronto il maxi centro di accoglienza, proprio nella scuola penitenziaria di Monastir, inspiegabilmente dismessa perchè costava troppo. Adesso i costi lieviteranno, con 400-500 nuovi profughi. Gli agenti sono costretti a lasciare l'Isola per formarsi, e nella scuola penitenziaria sorgerà molto probabilmente un nuovo ghetto", afferma Pili. " Decisioni senza strategia, senza futuro, se non quella di accatastare uomini e donne, con bambini in spazi vuoti, fregandosene di tutte le possibili conseguenze. Una scelta scellerata e irresponsabile che va fermata prima che sia troppo tardi, in tanti speculano su questi drammi", prosegue il parlamentare sardo, che annuncia di aver già presentato un'interrogazione urgente a Montecitorio.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it