Cronaca

Arsenale da guerra in casa. A Cagliari nuovi guai per un disoccupato

La polizia perlustra l'abitazione di T.L., in carcere per detenzione illegale di armi. Saltano fuori pistole, micce, fumogeni dell'esercito e ricetrasmittenti. L'uomo forse pronto a compiere delle rapine.



CAGLIARI - Lo scorso 19 maggio era finito direttamente nel carcere di Uta, dopo che gli agenti della squadra mobile avevano sequestrato nella sua casa del Cep armi, esplosivi ed addirittura una divisa da carabiniere.  Non è bastato per chiudere il “cerchio”. Gli investigatori nei giorni successivi hanno effettuato un nuovo sopralluogo. A peggiorare la posizione, già gravemente compromessa, altro materiale tut'altro che ortodosso.

Al termine del supplemento di indagine, gli agenti hanno sequestrato altri due detonatori, uno sfollagente “tonfa”, tre lampeggianti blu in uso alle forze dell’ordine ed altro munizionamento compatibile con le armi già sequestrate.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it