Cronaca

Parole in codice e fischi, stratagemmi per lo spaccio. A Cagliari fermato un 20enne

Metodi vecchi come il cucco per riuscire a vendere droga senza problemi, ma non sempre tutto fila liscio. La polizia interviene nel rione di San Michele e blocca D.S. Aveva un borsello pieno di erba, hascisc e coca.



CAGLIARI - Operazione della squadra mobile in via Premuda, in manette D.S., 20enne disoccupato già noto alle Forze dell'ordine. Gli agenti lo hanno pizzicato durante un servizio antidroga nei quartieri popolari. Gli agenti da qualche giorno avevano iniziato a seguire i movimenti del giovane, certi che non aveva perso il vizio di spacciare. Semplicemente, aveva adottato qualche accortezza in più per cercare di farla franca. Il fischio o una parola urlata in codice per segnalare l’arrivo delle forze dell’ordine, e a quel punto la fuga dentro il condominio per rintanarsi in un'abitazione “amica”. Appena dentro, il giovane si è liberato di un borsello colmo di droga lanciandolo da una finestra.

Uno stratagemma che non è servito, perché ad intercettare il lancio nel vuoto del borsello c'erano due agenti della squadra mobile, che hanno recuperato al suo interno oltre mezzo chilogrammo di droga tra hascisc, marijuana e cocaina già suddivisa in dosi. Lo spacciatore è finito agli arresrti domiciliari, e presto dovrà vedersela con il giudice.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it