Cronaca

Test e selezione con truffa. Finto procuratore ruba migliaia di euro a calciatore di Sassari

Una settimana di preparazione in Grecia, poi la chiamata: "Sei stato selezionato, bisogna pagare l'assicurazione". Ma è tutto falso. La polizia denuncia uno straniero 37enne, è acaccia ai complici.



SASSARI - Una truffa calcistica in piena regola e ben architettata: viaggio in Grecia per svolgere tutti i test del caso - tutte le spese a carico del calciatore dilettante -, poi il ritorno in Sardegna in attesa di una telefonata. Che arriva: valigie riempite di speranze, visto l'ok da parte di una squadra di calcio dell'isola di Creta. Prima, però, bisogna pagare diverse migliaia di euro, tra assicurazione e altri documenti. È solo dopo aver fatto il bonifico che un calciatore dilettante sassarese si accorge di essere stato messo nel sacco: non gli è restato altro da fare che denunciare il fatto alle Forze dell'ordine.

E gli agenti della squadra mobile della questura del capoluogo turritano sono riusciti a risalire ad almeno uno dei truffatori: A.N., nato nel 1979 proprio in Grecia. È lui ad aver incassato il cospicuo bonifico. Le indagini vanno avanti, in una task force che, oltre agli agenti sardi, vede impegnata anche l'Interpol e la polizia greca e spagnola.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it