Cronaca

Recuperati in Svizzera 400 reperti nuragici

Oltre 430 reperti archeologici di provenienza nuragica sono stati recuperati in Svizzera e riportati in Sardegna. A darne notizia il Nucleo Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Cagliari che ha portato a termine l'operazione. VIDEO.



CAGLIARI -  Il recupero, operato dai militari della sezione archeologia di Roma e dal nucleo di Cagliari, al termine di una lunga trattativa diplomatica con lo studio legale svizzero depositario dei reperti, è stato possibile grazie all’azione che i carabinieri svolgono quotidianamente nella lotta alla dispersione del patrimonio culturale italiano e che ha portato, nel tempo, al rimpatrio, spesso proprio dalla Svizzera, di beni culturali di inestimabile valore trafugati dal territorio italiano.

Probabilmente, è stata questa incessante azione di contrasto condotta dai militari, assieme alla concreta possibilità di incorrere in problematiche giudiziarie, a spingere gli eredi di un collezionista svizzero, deceduto da tempo, a liberarsi della collezione archeologica per restituirla all’Italia. Una volta rimpatriati, i reperti sono stati esaminati da funzionari della Soprintendenza Archeologia della Sardegna che ha accertato l’autenticità, la provenienza prevalentemente nuragica e, per la maggior parte dei beni, il notevole valore storico-scientifico-culturale. Alcuni invece, circa un centinaio, sono risultati riproduzioni di pregiata fattura, verosimilmente realizzate in serie e riconducibili all’epoca moderna.  Sotto il coordinamento del sostituto procuratore della Repubblica di Nuoro,Emanuela Porcu, sono in corso le indagini finalizzate ad accertare l’origine e la formazione della collezione.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it