Cronaca

Culle vuote in Italia, maglia nera dell'Ue. La cicogna vola lontano

Nel 2015 quasi 5,1 milioni di bambini sono nati in Europa, 40mila in meno rispetto all'anno precedente. Il Belpaese è fanalino di coda, 8 fiocchi blu o rosa ogni mille abitanti.



In Italia nascono pochi bimbi, tasso di natalità più basso dell'Ue. Durante il 2015 quasi 5,1 milioni di bambini sono nati in Europa, 40mila in meno rispetto all'anno precedente. Ma ciò che salta all'occhio è il tasso di natalità del vecchio continente, di cui l'Italia detiene nientemeno che la maglia nera: il valore più basso è stato infatti registrato nel Belpaese (8 per 1000 abitanti), seguito da Portogallo (8,3 per cento) e Grecia (8,5 per cento). Il tasso di natalità più alto del 2015 è invece di Irlanda (14,2 per 1000), Francia (12 per cento), Regno Unito (11,9) e Svezia (11,7 ). Lo rende noto l'ufficio statistico dell'Unione europea (Eurostat).

Al primo gennaio 2016, la popolazione dell'Ue risultava di 510,1 milioni di persone, contro i 508.3 milioni al 1° gennaio 2015. Durante l'anno sono nati appunto oltre 5 milioni di bambini e sono morte oltre 5,2 milioni di persone, il che significa che l'Unione europea ha registrato per la prima volta una variazione naturale negativa della sua popolazione: l'aumento è infatti determinato essenzialmente dalla migrazione. Le nazioni più popolate continuano a essere la Germania (82,2 milioni di abitanti), la Francia (66,7 milioni), il Regno Unito (65,3) e l'Italia (60,7). Insieme, questi Stati ospitano oltre la metà della popolazione dell'Ue. In particolare, la Germania conta il 16,1 per cento della popolazione totale dell'Ue, davanti a Francia (13,1), Regno Unito (12,8 per cento), Italia (11,9 per cento), Spagna (9,1) e Polonia (7,4 per cento).

ADNKRONOS

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it