Cronaca

Molentargius in fiamme, tra idranti out e paura. "Nessun rischio per case e persone"

Il maxi incendio distrugge molti ettari del Parco nel territorio di Quartu Sant'Elena. La versione del Comune: "Dispiacere per l'ennesimo rogo, gli interventi sono stati svolti in modo regolare".



QUARTU SANT'ELENA (CA) - Fiamme in più parti all'interno del Parco di Molentargius, con i roghi che per ore hanno compiuto, indisturbati, la loro opera di distruzione. I danni ci sono, le polemiche a contorno - tra idranti non entrati in funzione e sterpaglie che hanno favorito il propagarsi del fuoco - non mancano. A distanza di tre giorni dal secondo incendio che "mangia" molti ettari dell'area divisa tra il verde della vegetazione e il blu dell'acqua, arriva la presa di posizione del Comune guidato da Stefano Delunas.

Il sindaco quartese esprime "dispiacere per l'ennesimo rogo" unito "alla condanna dell'azione dolosa qualora fosse confermata dalle indagini" ma respinge ai mittenti "le accuse di disinteresse per la risorsa". "C'è stata la piena partecipazione dell'amministrazione comunale, l'assessore alle Risorse Umane e il comandante della polizia locale hanno subito contattato i Vigili del fuoco, anche in contatto con l'assessore all'Ambiente". Dopo la ricostruzione delle operazioni svolte, "tre mezzi antincendio operativi, due associazioni di volontariato, con il responsabile comunale della Protezione Civile rimasto fin quando il fuoco è stato domato", tanto che, a detta di Delunas, "non c'è stato nessun rischio per le auto e le abitazioni, che non sono state interessate neanche dal fumo". Ed emergono due retroscena non di poco conto. Gli idranti senza acqua: "Attualmente sono inutilizzabili a causa di un contenzioso ancora in atto". Ancora, sullo sfalcio delle erbacce: "È necessario, bisogna attendere l'approvazione del bilancio per poter dare mandato alle associazioni, ma tali sterpaglie non hanno a che vedere con l'incendio".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it