Cronaca

Il medioevo riaffiora dal sottosuolo sassarese. Estate di scavi "internazionali" a Mesumundu

A Siligo va in scena la sesta edizione della scuola di archeologia medievale dell'UniversitÓ di Sassari. Trenta archeologi in arrivo da mezza Europa alle prese con la "storica" area del Meilogu.



SASSARI - Vanno avanti per tutto il mese di luglio, in territorio di Siligo, nel sito di Mesumundu, i lavori della sesta edizione della Scuola Estiva di Archeologia Medievale, organizzata dal Dipartimento di storia, scienze dell'uomo e della formazione dell’Università di Sassari e dal Comune di Siligo, con l’amministrazione guidata dal sindaco Mario Sassu, in regime di concessione ministeriale di scavo.  Partecipano alla campagna di scavo circa 30 fra studenti, laureati, dottorandi e dottori di ricerca in archeologia di 7 atenei italiani e stranieri (Sassari, Parigi Sorbona, Lione, Autonoma de Barcellona, Murcia, Napoli L’Orientale, Cagliari), sotto la direzione del professor Marco Milanese, direttore del Dipartimento organizzatore e ordinario di Archeologia medievale nell'Università turritana.

Mesumundu, identificabile per la piccola chiesetta in laterizi di epoca bizantina, è un sito oggetto di scavi archeologici dall’Ottocento. Si conoscono almeno sei interventi di scavo, oltre ad un numero imprecisato di scavi clandestini o comunque non autorizzati. Nonostante i precedenti interventi, il sito è paradossalmente poco conosciuto, ai piedi del Monte Sant’Antonio (Monte Pelao), non distante da Monte Santo, che spicca nel paesaggio del Meilogu e ne rappresenta l’elemento paesaggistico più riconoscibile. Mesumundu è un sito strategico, un central place per la storia del Meilogu, ma è anche un luogo in cui leggere modi e tempi del passaggio dal mondo romano a quello medievale e costruire un caso di studio che possa essere utilizzato per capire questa transizione in Sardegna e nel bacino del Mediterraneo. L’area, ubicata sul vecchio tracciato della Strada statale 131 in direzione di Ardara, è ben identificabile anche per la presenza di una striscione della Scuola. Lo scavo è visitabile al pubblico tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it