Cronaca

Referendum anti-Abbanoa ad Oristano. In campo consiglieri comunali e comitati

Nella città di Eleonora avanza la fetta di contrari al gestore unico idrico del servizio idrico nell'Isola. Venti i promotori del documento per dare voce ai cittadini.



ORISTANO - Non si ferma la guerra ad Abbanoa da parte di amministratori locali e comitati di cittadini. Ad Oristano sale la voce dei contrari alla gestione dell'oro blu da parte del gestore unico, e viene ufficialmente depositata la richiesta di dare gambe a un referendum, in modo che i cittadini possano dire la loro. Il comitato "Oristano fuori da Abbanoa" ha comunicato al sindaco, Guido Tendas, l'avvio del procedimento di consultazione per il referendum di iniziativa popolare sul seguente quesito: "Volete voi che il Comune adotti tutti gli atti ed effettui tutte le azioni necessarie affinché Oristano possa gestire direttamente il servizio idrico?".

I promotori del referendum che hanno sottoscritto l'istanza sono 20, così come prevede il regolamento approvato qualche giorno fa dal Consiglio comunale. E in particolare: Salvatore Ledda, Giuseppe Puddu, Daniela Nurra, Tonino Falconi, Massimiliano Sanna, Roberto Pisanu, Giuliano Uras, Andrea Lutzu, Marco Piras, Mariangela Massenti e Mauro Solinas (Consiglieri comunali); Domenico Figus (Comitato Massama), Maria Beatrice Lupi (Comitato Torregrande), Giuseppe Carboni (Comitato Donigala), Giacomo Antonio Piga (Comitato Nuraxinieddu), Mauro Grussu e Gianni Garau (Movimento Base), Andrea Cossu (Amministratori condominiali); e infine i firmatari Bruno Caddeo e Puppetto Pinna.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it