Cronaca

Orrore in Francia, blitz in una chiesa. Prete ucciso

Ancora terrore in Francia. Blitz di due uomini in una chiesa a Saint-Etienne-du-Rouvray in Normandia: alcune persone sono state prese in ostaggio, sgozzato un prete.



Irruzione e presa d'ostaggi in una chiesa in Normandia. Secondo quanto si legge sul sito di Le Figaro, che cita fonti di polizia, "due uomini armati sono entrati dal retro di una chiesa" di Saint-Etienne-du-Rouvray e "hanno preso in ostaggio cinque persone". 

I due assalitori sarebbero entrati in azione durante la messa. Secondo le prime ricostruzioni avrebbero preso in ostaggio il sacerdote che stava celebrando la messa, due suore e due fedeli. Una terza suora è invece riuscita a fuggire lanciando l'allarme. Prima di essere 'neutralizzati' dalle forze speciali intervenute sul posto i due, armati di coltello, hanno sgozzato il prete. Il ministero degli Interni fa sapere però che il bilancio potrebbe non essere definitivo.

"Un prete buono, che è stato al servizio degli altri per tutta la sua vita". Così viene descritto padre Jacques Hamel, l'86enne sacerdote della chiesa di Sant-Etienne che è stato trucidato oggi dai due uomini che, inneggiando allo Stato Islamico, hanno fatto irruzione nel luogo sacro mentre il prete celebrava la messa.

Nato nel 1930 Darnetal, nel dipartimento della Senna Marittima, padre Hamel era stato ordinato prete nel 1958 e nel 2008 aveva festeggiato i 50 anni di sacerdozio, come si legge sul sito della parrocchia.

A ricordarlo è stato il parroco della chiesa attaccata, l'abate Augusto Moanda Phuati: "In mia assenza, era lui che officiava la messa, era un prete coraggioso per la sua età", ha dichiarato ai microfoni di 'Rtl', raccontando che, nonostante i preti possano andare in pensione a partire dai 75 anni, padre Hamel "si sentiva ancora forte e preferiva restare e continuare a lavorare".

Di nazionalità congolese, l'abate Moanda-Phuati era rientrato nel suo Paese in Africa per le vacanze dove ha appreso dell'attacco alla sua parrocchia dalla televisione: "Nessuno poteva immaginare che potesse succedere una cosa del genere".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it