Cronaca

Auto carica di gioielli e soldi. Cagliari, sgominata gang di nomadi

I furti in appartamento la "specialità" di quattro donne della Serbia, bloccate mentre stavano per fuggire in nave a Civitavecchia. Arresti della polizia anche tra gli abitanti di un camper parcheggiato al Poetto.



CAGLIARI - La polizia intensifica i controlli per prevenire i furti in abitazione. Gli agenti hanno arrestato una cittadina serba con numerosi precedenti per furto. Le manette sono scattate anche ai polsi di tre cittadine nomadi, perché responsabili in concorso tra loro dei reati di furto aggravato e continuato e porto ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Durante il servizio di controllo del territorio, gli agenti della squadra volante hanno notato dei camper fermi nello sterrato adiacente lo stabilimento balneare Ottagono, al Poetto. In seguito ai controlli, i poliziotti hanno arrestato M.S., nomade originaria della Serbia sulla quale pendeva un ordine di arresto dalla procura della Repubblica di Firenze.

L’altro episodio è avvenuto al porto di Cagliari. In via Roma gli agenti hanno notato un'automobile con a bordo quattro donne. Gli operatori hanno seguito l’auto che si è diretta all’interno dell'area portale per raggiungere la zona d’imbarco della nave diretta a Civitavecchia. Nel ricordare che negli ultimi giorni erano stati messi a segno dei furti in varie abitazioni della città da donne nomadi è stato deciso di fermare e controllare le quattro donne. Fin da subito hanno mostrato da subito segni di nervosismo e insofferenza al controllo di polizia, ragione che ha spinto gli agenti a portarle in questura. Una 21 enne, una 22enne, una24enne e una 26enne: tutte nomadi nate in Serbia e tutte "specializzate" nel furto in appartamento. Durante la perquisizione dell’autovettura, occultati all’interno dell’imbottitura della spalliera del sedile di guida, sono stati rinvenuti due grimaldelli in metallo, un cacciavite a taglio, una chiave inglese ed una forbice, ma all’interno del vano di alloggiamento portafusibili, in un incavo, è stato rinvenuto un sacco in cotone con all’interno una cospicua quantità di oggetti in oro, tra i quali orologi, collane, bracciali ed anelli. Oltre alla refurtiva è stata sequestrata la somma di 900 euro in quanto, verosimilmente, provento riconducibile alla commissione dei furti in appartamento. La banda di giovani ladre è finita nel carcere di Uta.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it