Cronaca

Malata e allettata, di nuovo in carcere a Uta detenuta 83enne

"E' allettata e giace immobile per una semiparesi e con piaghe da decubito in una cella della Casa Circondariale di Cagliari-Uta Stefanina Malu, 83 anni, tornata dietro le sbarre ieri mattina, dopo un lungo ricovero ospedaliero. Nella sezione femminile del carcere non ci sono stabilmente né un medico né un'infermiera".



Lo afferma Maria Grazia Caligaris, presidente dell'associazione "Socialismo Diritti Riforme", che ha appreso del ritorno dietro le sbarre dell'anziana dalla figlia. Stefanina Malu ha un passato di spaccio alle spalle, è stata infatti arrestata in diverse occasioni e ancora sta scontando la pena.

"Stefanina Malu – ha sottolineato la figlia – non è più la stessa. Non è autosufficiente e in ospedale, dopo l'ictus, mi occupavo quotidianamente di nutrirla. Adesso sono davvero disperata anche perché non capisco il motivo per cui sia stata riportata in una cella dal momento che ha solo bisogno di cure e attenzioni. Mia madre è anziana, potrebbe vivere nella mia casa. Concederle i domiciliari è un atto umanitario, nel frattempo però è indispensabile riportarla in un ospedale, anche perché i familiari possano vederla e accudirla".

"La permanenza dell'anziana donna in carcere – sottolinea Caligaris – crea non pochi problemi nonostante le infermiere e le operatrici socio sanitarie in turno intervengano per accudirla. Per lei è stato necessario trasportare un letto ospedaliero dal Centro Clinico. Quasi impossibile poter garantire i colloqui ai familiari in quanto la donna non può lasciare il letto. Appare molto difficile che possa costituire un pericolo sociale, anche se la sua storia passata ne ha delineato una fisionomia tutt'altro che benevola. A questo punto la situazione rischia solo di degenerare – conclude la presidente di SDR – e gestirla in un carcere è un segnale di grande debolezza da parte delle Istituzioni".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it