Cronaca

Terremoto, nuove scosse nel centro Italia. 281 morti, oggi funerali e lutto nazionale

Sono state 35 le scosse nelle aree del sisma dalla mezzanotte di ieri. La più forte di magnitudo 4.0 registrata nella provincia di Ascoli Piceno. Esequie per le vittime marchigiane, il Paese si ferma.



Intanto continua ad aggravarsi il bilancio delle vittime. I morti accertati sono ora 283 e i feriti ospedalizzati 388. In particolare, si aggrava il numero delle vittime ad Amatrice, diventate 218, mentre 11 sono i morti accertati ad Accumoli e 49 quelli di Arquata del Tronto. Mentre, riferisce sempre la Protezione civile, sono circa 2500 le persone rimaste senza casa.

Funerali - Si terranno oggi alle 11:30 ad Ascoli Piceno i funerali delle vittime marchigiane. Alla cerimonia nella palestra di fronte l'obitorio di Ascoli parteciperà anche il capo dello Stato, Sergio Mattarella. A celebrare i funerali sarà il vescovo di Ascoli monsignor Giovanni d'Ercole. In concomitanza col rito, il presidente del Consiglio ha proclamato una giornata di lutto nazionale con l'esposizione di bandiere a mezz'asta sugli edifici pubblici dell’intero territorio italiano. Lo comunica in una nota Palazzo Chigi. Il premier Matteo Renzi sarà ad Ascoli Piceno per assistere ai funerali.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it