Cronaca

Maxi invasione di alga tossica nel mare di Alghero. In azione l'Arpas

Il tratto di mare di Las Tronas colpito dalla presenza della "ostreopsis ovata", crea problemi di respirazione e febbre. L'agenzia regionale per la protezione dell'ambiente impegnata in prelievi per capire l'entitÓ della contaminazione.



ALGHERO (SS) - La concentrazione dell’alga ostreopsis ovata nel tratto di mare in località Las Tronas si ripresenta un'altra volta. L'agenzia regionale per la protezione dell’ambiente in Sardegna ha effettuato un sopralluogo nel tratto di mare in cui precedentemente è stata scoperta la presenza della microalga potenzialmente tossica, presente anche nel resto del Mediterraneo. La fioritura dell’alga è stata associata a disturbi respiratori e febbre, osservati a partire dal 1998 in Toscana, Liguria, Puglia, Lazio e Sicilia. Il contatto avviene tramite l’inalazione di tossine prodotte dall’alga o di frammenti di cellule di Ostreopsis presenti nell’aerosol marino.

È previsto un nuovo prelievo al fine di verificare l’evolversi del fenomeno e l’eventuale diminuzione della concentrazione dell’alga nel tratto di mare interessato. Per maggiori informazioni sull’ostreopsis ovata è possibile reperirle nel sito istituzionale del Comune di Alghero che comprende una parte dedicata alla conoscenza dell’alga, una parte dedicata agli effetti sulla salute dopo esserne entrati incontatto e anche come è possibile riconoscerla quando si fanno tuffi o immersioni.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it