Cronaca

Sbarchi di migranti in Sardegna. Arrestati 13 scafisti, oltre metà sono minori

Tra i 931 immigrati a bordo della nave Luigi Dattilo, arrivati nel porto del capoluogo sardo, la polizia identifica chi li ha fatti partire dall'Africa. Sorprende la giovanissima età degli scafisti.



CAGLIARI - Due 15enni, due 16enni e quattro 17enni. Provenienza: Gambia, Mali e Senegal. Sono tra gli scafisti fermati dai poliziotti della squadra mobile del capoluogo sardo: tra i 931 migranti arrivati a bordo della nave Luigi Dattilo, confusi tra disperazione e morte - tre i cadaveri di altrettanti stranieri - c'erano anche loro. Insieme ad altri cinque, maggiorenni, le accuse non sono leggere: un 30enne e uno dei minori devono rispondere di favoreggiamento dell'immigrazione e morte provocata. Per tutti gli altri resta in piedi la prima accusa. Chi ha più di 18 anni è stato rinchiuso nel carcere di Uta, per i baby scafisti invece si sono aperte le porte del centro di prima accoglienza di Quartucciu.

L'attività svolta dagli agenti - una serrata attività investigativa insieme a Guardia Costiera e Guardia di Finanza - ha permesso di identificare i tredici "traghettatori di disperati", partiti dalle coste africane e soccorsi al largo del mar Mediterraneo. È stato possibile risalire agli scafisti soprattutto grazie alle testimonianze degli immigrati presenti a bordo della nave, che hanno fornito preziose informazioni con l'ausilio degli interpreti.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it