Cronaca

Richiesta di pizzo, poi l'aggressione. Pestaggio tra prostitute straniere a Cagliari

Un gruppo di 5 nigeriane circonda una connazionale in via Dolcetta, chiedendole soldi per poter continuare a fare la lucciola. Poi scatta l'aggressione, la vittima, ferita, ricoverata in ospedale. Finiscono in carcere una 21enne e una 23enne.



CAGLIARI - Richiesta di pizzo e botte da orbi, protagoniste un gruppo di prostitute della Nigeria. Succede tutto in via Dolcetta, in piena periferia cagliaritana, nel cuore della notte. In cinque contro una: la richiesta fin troppo chiara, soldi per poter continuare a vendere il corpo in quella strada. La donna si è però rifiutata di scucire anche un solo centesimo. E allora è partita l'aggressione: calci e pugni, approfittando del momento di caos la gang nigeriana ha anche rubato il cellulare alla malcapitata. Provvidenziale una chiamata al 113, sul posto sono piombati due equipaggi della squadra volante.

La vittima, in lacrime, ha raccontato quanto era successo: è stata accompagna all'ospedale Santissima Trinità gonfia di botte e piena di sangue, ne avrà per almeno sette giorni. Due delle donne responsabili dell'aggressione sono state rintracciate e arrestate. Si tratta di una 21enne e una 23enne, per entrambe si sono aperte le porte del carcere di Uta.

FONTE FOTO

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it