Cronaca

Benzinai sul piede di guerra a Carbonia. "Tassa rifiuti alle stelle, categoria in ginocchio"

Tariffe troppo alte, i gestori delle stazioni di servizio del capoluogo del Sud Sardegna fanno muro contro l'amministrazione comunale. "Ricorso presentato, calcoli da rivedere".



CARBONIA - I gestori delle stazioni di servizio di Carbonia aderenti a Figisc Confcommercio hanno presentato ricorso alla Commissione tributaria provinciale per contestare le tariffe “troppo alte” della tassa sui rifiuti.  “Già alla precedente giunta la nostra associazione aveva posto il problema relativamente agli importi dovuti dai distributori di carburanti in riferimento alla imposta sui rifiuti. Il prelievo di tale tassa è cresciuto in maniera spropositata ed il calcolo appare ingiustamente più calcolato sulla superfice della attività che sulla effettiva produzione dei rifiuti", osserva Giampiero Bindo, della Figisc Confcommercio, Federazione Italiana Gestori Impianti di Carburanti. "Ciò ha creato un allarmismo più che giustificabile se correlata alla crisi del settore effetto della crisi economica patita da tutte le attività produttive del territorio. I gestori chiedono, in sostanza, di sospendere in via cautelare l’esecutività delle richieste di pagamento dell’imposta già dal 2011 e, nel merito, di annullare i solleciti di pagamento nonché di rideterminare le somme richieste rettificando le superfici imponibili in quanto il Comune erroneamente ha inteso sottoporre a tassazione le superfici scoperte pertinenziali o accessorie (parcheggi, aree di manovra, vie di accesso ed uscita), di fatto non operative e quindi non soggette ad imposta".

Purtroppo – osserva ancora Bindo - l'esito di incontri tenutisi con intento chiarificatore non ha portato però ad una soluzione, anzi, il Comune ha ritenuto di definire la pratica alla commissione tributaria, di fatto ponendo in ginocchio, anche per le esose spese legali, una intera categoria, quella dei distributori di carburante". Interviene anche il numero uno della Confcommercio Sud Sardegna, Alberto Bertolotti. "Sono assolutamente fiducioso che con la nuova amministrazione comunale si possa ricercare un percorso costruttivo teso ad una soluzione condivisa ed a risparmiare costi legali ad i propri cittadini. È infatti nel totale interesse del Comune di Carbonia non creare sperequazioni che pongano gli imprenditori del proprio territorio in condizione di patire una vera e propria forma di disparità di trattamento e quindi di debolezza concorrenziale".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it