Cronaca

L'agricoltura come riscatto, il progetto nelle colonie penali sarde

"Nelle tre colonie penali agricole di Is Arenas, Mamone e Isili per volontÓ della Giunta si sta concretamente sperimentando un progetto formativo per il reinserimento sociale dei detenuti, nel solco tracciato dall'articolo 27 della Costituzione, e per combattere in modo adeguato il fenomeno della recidiva".



Lo ha detto l'assessore degli Affari Generali Gianmario Demuro intervenuto, in rappresentanza del presidente Francesco Pigliaru, all'incontro sul tema "Dal carcere al territorio. Progetti integrati di reinserimento sociale", che si è svolto all'interno del carcere di Pianosa alla presenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando. Demuro ha illustrato i contenuti dell'intervento che riguarda le tre colonie penali presenti in Sardegna.

Progetto per reinserimento sociale. Nei tre penitenziari "aperti" è stata appena avviata un'iniziativa promossa dalla Rete rurale nazionale in collaborazione con la Regione (attraverso l'Agenzia Laore), il Ministero della Giustizia e il Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria). 

Nuovi percorsi di lavoro. "Le azioni previste - ha spiegato Demuro - mirano ad attivare nuovi percorsi di lavoro, alla modernizzazione del sistema produttivo e alla migliore commercializzazione delle produzioni agricole. Il progetto presuppone un concreto sostegno al detenuto nella fase di acquisizione delle competenze tecniche. E' giusto che anche le regioni diano il loro contributo per offrire una nuova chance a chi vive l'esperienza detentiva. Il progetto - ha aggiunto l'assessore degli Affari Generali - nasce dalla considerazione che il sistema di detenzione attuato nell'ambito delle colonie penali agricole, se opportunamente organizzato e sostenuto, possa delineare nuovi orizzonti di vita per gli ex detenuti che, attraverso l'acquisizione di competenze specifiche nel campo dell'agricoltura, sono messi nelle condizioni di trovare, dopo aver espiato la pena, interessanti opportunità nel mercato del lavoro".

All'incontro, organizzato dal ministero della Giustizia e dall'Ente Parco Nazionale Arcipelago toscano, sono intervenuti anche i sottosegretari dei ministeri dell'Ambiente e del Lavoro Silvia Velo e Luigi Bobba, il Capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria Santi Consolo, il prefetto di Livorno Anna Maria Manzione e l'assessore al Diritto alla Salute della Regione Toscana Stefania Saccardi.

Le colonie penali agricole sarde. Le colonie penali agricole di Is Arenas (nel territorio del comune di Arbus), Mamone (nel nuorese) e Isili (nel Sarcidano) si caratterizzano per il fatto che nei relativi territori sono nate aziende in cui si pratica l'agricoltura e l'allevamento del bestiame. L'estensione territoriale è ampia: in totale 6.200 ettari tra boschi, terreni coltivati e terre incolte, spiagge bellissime e natura incontaminata. Sono presenti caseifici attrezzati, macelli e altri impianti che contraddistinguono un'azienda agricola (2.700 ettari rispettivamente Is Arenas e Mamone, 800 ettari la colonia di Isili). I detenuti, nelle diverse fasi della vita lavorativa all'interno della colonia, sono accompagnati e sostenuti da figure con particolari competenze tecnichL'e.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it