Cronaca

Cagliari, studenti in piazza contro la Buona Scuola

Protesta di oltre duecento studenti questa mattina a Cagliari, nel mirino la 'Buona Scuola', la riforma costituzionale e l'occupazione militare dell'isola.



CAGLIARI -  Al grido "Decidiamo Noi" anche gli studenti medi e universitari della Sardegna sono scesi in piazza questa mattina a Cagliari in occasione della giornata di mobilitazione nazionale studentesca indetta dall'Unione degli Studenti e da Link Coordinamento Universitario. 

Dispersione scolastica al 24,7%, aumento delle tariffe del trasporto pubblico, fondi insufficienti per l'edilizia, una didattica da rivoluzionare e l'occupazione militare della Sardegna sono al centro della contestazione del governo Renzi e della giunta Pigliaru.

"Scendiamo in piazza per rivendicare l'accesso libero all'università, l'istruzione e i trasporti gratuiti, welfare municipale. L'attacco portato avanti dalla Buona Scuola ha intaccato la natura pubblica, libera e critica dei luoghi della formazione, riproducendo dinamiche sociali basate su esclusione e repressione" hanno spiegato Francesco Sotgiu, coordinatore di Link Cagliari e Riccardo Caoci, esecutivo regionale Uds.

La manifestazione si richiama anche all'importante appuntamento del 4 dicembre, gli studenti di Uds e Link hanno già annunciato il loro voto contrario alla riforma costituzionale "Crediamo che sia impossibile non schierarsi per il no, c'è a rischio l'autonomia regionale e c'è il sacrificio della democrazia in cambio della governabilità del paese".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it