Cronaca

Monastir, attentato incendiario nell'ex scuola che ospiterÓ i migranti

Attentato incendiario nella notte a Monastir nell'ex scuola della polizia penitenziaria scelta per ospitare i migranti.



MONASTIR - Intorno alle 23.20 hanno scavalcato la recinzione e sono entrati nell'ex scuola della polizia penitenziaria, ora vuota ma scelta dalla prefettura quale centro di accoglienza per i migranti, dove hanno appiccato un incendio al quadro elettrico. Gli incendiari poi sono passati nel locale caldaie sempre all'interno dell'edificio dove, utilizzando della benzina, hanno provocato un'esplosione. Ingenti i danni, nessun ferito. 

Sul posto i carabinieri della compagnia di Dolianova che indagano per risalire agli autori del gesto che si inserisce in un contesto di tensione per l'arrivo dei migranti. Nei giorni scorsi c'erano state delle manifestazioni di protesta contrarie da parte della popolazione.

Alla notizia del grave attentato contro i locali deIla Scuola di polizia di Monastir, il Presidente della Regione Francesco Pigliaru, a Bruxelles per impegni istituzionali, ha espresso al Prefetto di Cagliari Giuliana Perrotta la solidarietà dell'intera istituzione Regionale e si è messo immediatamente in contatto con il Sindaco di Monastir e con il Ministero dell'Interno per chiedere un incontro urgente.

Pigliaru ha dichiarato: "Le azioni vili e delinquenziali non rispecchiano il sentimento della popolazione e degli amministratori locali, al fianco dei quali lavoriamo ogni giorno. Ribadiamo l'esigenza che sia rispettata la quota prevista per la Sardegna, ma confermiamo che l'azione delle Prefetture va sostenuta e portata avanti anche attraverso il dialogo intenso con le amministrazioni e le popolazioni locali, per arrivare ad una accoglienza diffusa e basata sull'integrazione. Su questo stiamo raddoppiando i nostri sforzi e chiediamo la collaborazione di tutti. Al Governo, chiediamo e chiederemo ancora - conclude Pigliaru -  l'immediata soluzione dei problemi già denunciati: l'adeguatezza e la puntualità delle risorse per il sistema di accoglienza e per i comuni e l'immediato rafforzamento delle misure a sostegno dei minori stranieri non accompagnati".


Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it