Cronaca

Italiani uccisi in Libia, dubbi sulla sicurezza

Perquisizioni questa mattina a Parma nella sede della Bonatti, la società per la quale lavoravano il capoterrese Fausto Piano e Salvatore Failla gli operai uccisi a marzo dopo essere stati sequestrati in Libia.



Le perquisizioni, secondo quanto riporta l'Adnkronos, sono state effettuate dai carabinieri del Ros su disposizione della procura di Roma. Quest'ultima sta portando avanti un'inchiesta nell'ambito della quale è stato iscritto nel registro degli indagati un manager della società, responsabile della logistica. Gli investigatori mirano a stabilire se ci siano state delle falle nell'adozione di idonee misure di sicurezza a tutela dei due lavoratori morti.

Nella foto Fausto Piano

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it