Cronaca

Cagliari, l'ex Manifattura Tabacchi verso la riapertura

L'ex Manifattura Tabacchi apre le porte alla città. Sardegna Ricerche, che ha in affidamento temporaneo la struttura, ha pubblicato il regolamento provvisorio con le informazioni per poter usufruire degli spazi dal prossimo 7 novembre. Ma le associazioni culturali dovranno attendere.



CAGLIARI - "A sei mesi dalla delibera, siamo alla prima apertura dell'ex Manifattura. Ciò consentirà ai numerosissimi soggetti che nel tempo ne hanno fatto richiesta, tra cui associazioni culturali, editori, enti pubblici, di iniziare ad utilizzarla. Si tratta di una tappa verso l'apertura definitiva al territorio, attraverso cui si potrà anche testare fruibilità, modalità di utilizzo, criticità, opportunità e possibili migliorie della struttura".

Così l'assessore della programmazione Raffaele Paci sull'imminente apertura dell'ex Manifattura Tabacchi. "Lo spazio è immenso e ce n'è per tutti: stiamo lavorando per avere una splendida fabbrica della creatività con luoghi condivisi dotati di adeguate infrastrutture tecnologiche, un ambiente operativo e organizzato, favorevole all'open innovation e alla collaborazione tra start-up e cultura, creatività e arte che qui potranno esprimersi nelle loro forme migliori. Abbiamo pensato anche alle esigenze del settore culturale isolano: dopo questo importante passaggio, la programmazione di medio e lungo termine prevede infatti incentivi per lo sviluppo e il supporto di proposte culturali: già entro l'anno infatti potrebbero essere pubblicati bandi che prevedono agevolazioni finanziarie e supporto in tal senso".

GESTORE UNICO. "Dopo questa prima fase di utilizzo provvisorio - prosegue Paci - ci saranno i regolamenti e i bandi pubblici per l'assegnazione degli spazi. In tal modo, entro tre anni completeremo la gara europea e daremo l'affidamento ad un unico gestore. Abbiamo dunque voluto aprire il prima possibile per restituire alla città questo magnifico luogo, che nei due giorni di Sinnova è tornato a vivere affascinando i cagliaritani".

Per il momento, l'uso degli spazi sarà concesso a soggetti privati o pubblici che intendono svolgere iniziative senza scopo di lucro. Gli eventi dovranno appartenere alle seguenti tipologie: attività culturali, mostre ed esposizioni, riunioni, convegni, seminari e incontri; attività che mirano a valorizzare l'integrazione tra i temi della creatività, cultura, innovazione e ricerca. Le iniziative dovranno avere una durata non superiore ai 15 giorni all'anno, comprensivi delle attività di allestimento e disallestimento. Gli spazi sono concessi in affitto e i canoni variano a seconda della loro tipologia. I pagamenti sono anticipati, cosi come la cauzione, che è pari al 20% dell'importo complessivo. Il regolamento è a carattere transitorio e sarà poi sostituito da un regolamento di utilizzo a regime.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it