Cronaca

La Sardegna in prima linea per il terremoto. Tecnici e farmacisti volontari nei luoghi del sisma

Il Centro Italia in ginocchio per le scosse, arriva la mano d'aiuto dell'Isola. La Protezione Civile invia una pattuglia di uomini e donne per aiutare le popolazioni.



CAGLIARI - Tre tecnici della direzione regionale della Protezione Civile partono, su richiesta del Dipartimento nazionale assieme ai colleghi di altre Regioni, per Macerata e le zone colpite dal terremoto. "La Regione Sardegna, con il suo sistema di Protezione civile, anche questa volta è pronta a fare la sua parte in stretta collaborazione con il Dipartimento nazionale", afferma l'assessore regionale della Difesa dell'Ambiente con delega alla Protezione Civile, Donatella Spano.

Si tratta di tre tecnici esperti che hanno già operato in contesti emergenziali. Avranno il compito di fornire supporto alla Regione Marche nelle attività di raccordo tra i Comuni colpiti e la Regione stessa. La disponibilità è richiesta per una durata tra i 15 e i 30 giorni per turno. I tecnici si aggiungono ai volontari farmacisti sardi del sistema di Protezione Civile già sul campo.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it