Cronaca

Nel carcere di Bancali gli agenti "mangiano" tra topi e blatte. È allarme igiene

Nel carcere sassarese è ormai invasione, con gli animali che saltellano in cucina e dentro i piatti dei poliziotti. La denuncia, monocorde, di tutti i sindacati. "Costretti a creare trappole per catturare i ratti".



SASSARI - È allarme igiene per la polizia Penitenziaria del carcere di Bancali. Topi e blatte abbondano nelle aree di lavoro e nelle mensa degli agenti. A darne notizia sono i segretati regionali di quattro sindacati: Roerto Melis (Osapp), Raffaele Murtas (Sinappe), Alessandro Cara (Uspp) e Sandro Atzeni (Cgil), firmatari di una lettera inviata al direttore del enitenziario sassarese, Patrizia Incollu, e al provveditore regionale Maurizio Veneziano. Nel carcere sassarese, da diversi giorni, il personale che presta servizio al block-house, ma non salo, è costretto dalle circostanze a munirsi di trappole e colla per catturare i topi presenti in alcuni posti di servizio, roditori, che pare passeggino tranquillamente sul pavimento dei posti di lavoro. I firmatari del documento continuano, segnalando "un altro fatto assai più grave che si e verificato lo scorso 29 ottobre. Nella mensa è stata ritrovata nel piatto di un poliziotto una blatta".

Tra i rappresentanti sindacali serpeggia la preoccupazione "per le condizioni appunto dei locali sopratutto perché la presenza di ratti potrebbe comportare gravi rischi igienico-sanitari per la salute dell'uomo". La richiesta più ugente è quella che riguarda l'intervento del provveditore regionale: "Serve un intervento immediato".

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it