Cronaca

Nel Sulcis arriva il salasso delle assicurazioni auto. "Atto immorale contro i più poveri d'Italia"

Le imposte dell'Rcauto schizzano, nella provincia del sud Sardegna, a più trentadue per cento. Pesa la delibera approvata dall'amministratore straordinario. La Sna: "Va revocata".



CARBONIA - "In arrivo un salasso per gli automobilisti della Provincia più povera d'Italia", imposte assicurazioni Rca in aumento del 32 per cento. Gli Agenti di assicurazione Sna (Sindacato Nazionale Agenti) chiedono "un incontro urgente all'ammministratore straordinario della nuova provincia del sud Sardegna. Si revochi la delibera dell'amministratore straordinario che aumenta le imposte di assicurazione, che gravano sugli automobilisti della ex provincia di Carbonia Iglesias è un atto immorale di prelievo forzoso nei confronti dei più deboli, ovvero ai danni degli automobilisti della provincia più povera d'Italia", afferma Paolo Bullegas, dirigente nazionale e presidente provinciale dell'associazione degli agenti di assicurazione, nonché past-president del Movimento Partite Iva Sulcis Iglesiente.

Lo scorso 27 ottobre l'amministratore straordinario della nuova provincia del sud Sardegna, Giorgio Sanna, ha disposto la variazione dell'imposta sulla Rcauto per tutti i conducenti del Sulcis Iglesiente, applicando il limite massimo d'aumento, "così di fatto accrescendo il costo dell'assicurazione per tutti, famiglie, imprese, professionisti, insomma ogni possessore di un automezzo o natante soggetto all'assicurazione obbligatoria. Portando le imposte ad un totale che supera oltre un quarto della spesa complessiva per Rca. Un ulteriore balzello che porterà il prelievo alla considerevole percentuale del 26,5%, di cui 10,5% quale contributo al Ssn (Servizio Sanitario Nazionale) e 16% per l'imposta provinciale sulle assicurazioni precedentemente fissata a livello nazionale al 12,5%. A questo va ad aggiungersi il contributo al Fondo di garanzia per le vittime della strada pari al 2,5%".

"Non possiamo approvare che gli sforzi richiesti alla politica per il contenimento dei costi della pubblica amministrazione siano elusi, e si cerchino ulteriori risorse dalla comunità" afferma Roberto Pisano, Presidente regionale degli agenti di assicurazione. "La crisi che permea la nostra regione pone già di per se problematiche a molte famiglie, nonché alle imprese per assolvere l'obbligo della copertura assicurativa. Il nostro Centro studi Sna osserva con apprensione il fenomeno, purtroppo in crescita, della evasione assicurativa con tutte le problematiche connesse. Si deve fare di tutto contro questa deriva, e Sna sarà in prima linea per evitare ulteriori danni sociali – conclude Pisano." Intanto il Sindacato degli Agenti di assicurazione ha richiesto un incontro urgente all'Amministratore straordinario al fine di verificare la disponibilità di revoca della delibera; e annuncia che si farà parte promotrice di una mobilitazione con raccolta firme per una petizione popolare contro quest'atto ingiusto e inescusabile.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it