Cronaca

Svolta blu per il Basso Sulcis. Via ai lavori milionari per il nuovo acquedotto

Una dorsale dell'acqua da Nord a Sud, obbiettivo portare l'oro blu in tutte le case e fermare i problemi legati all'approvigionamento idrico. Oltre quindici chilometri di condotte, ok alle vasche d'accumulo.



CAGLIARI - Sbloccati ulteriori quattordici milioni di euro per l'acquedotto Sulcis. L'amministratore unico Alessandro Ramazzotti ha firmato la determina per l'affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva dell'opera fondamentale per risolvere le criticità legate all'approvvigionamento idrico soprattutto nel Basso Sulcis. L'intervento riguarda la realizzazione della nuova dorsale Nord-Sud dell'acquedotto e si aggiunge ai lavori da 21 milioni di euro, già appaltati, per la realizzazione della dorsale centrale e alla diramazione tra Santadi e Masainas, già realizzata, con un ulteriore investimento di tre milioni di euro. Complessivamente, infatti, Abbanoa sta investendo circa 40 milioni di euro per l'intero schema acquedottistico del Sulcis.

Dorsale nord-sud. La procedura di affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva consentirà di mandare in tempi brevi l'appalto per realizzare due tratti di acquedotto fondamentali per complessivi 14 milioni e 200mila euro. Il primo riguarda la diramazione dalla dorsale centrale a partire da Narcao e fino al partitore di Santadi: circa sette chilometri e mezzo di condotte. E' qui che si innesta il tratto già realizzato fino a Masainas dal quale dipendono tutte le diramazioni per il Basso Sulcis. Il secondo tratto (quasi otto chilometri di condotte), invece, riguarda Carbonia: dalla galleria di Perdaxius al partitore di Serbariu da cui si diramano i rami nord (verso Portoscuso) e ovest (verso San Giovanni Suergiu) dell'acquedotto.

Dorsale centrale. Alla galleria di Perdaxius arriverà la nuova dorsale centrale che partirà dal potabilizzatore di Bau Pressiu. Le opere, per un importo complessivo di circa 21 milioni di euro, sono già state appaltate. Trattandosi di un appalto integrato, l'impresa aggiudicatrice ha prima di tutto concluso la progettazione definitiva ed esecutiva. Sono stati acquisiti tutti i parere dagli enti preposti e ora il progetto finale è all'attenzione dell'Ente di governo d'Ambito per il via libera definitivo che consentirà di avviare i lavori.

Addio restrizioni. Saranno raddoppiate le vasche d'accumulo al potabilizzatore e ciò consentirà di avere maggiore disponibilità di risorsa idrica per tutto il Sulcis con particolare benefici soprattutto per il Basso Sulcis dove è necessario effettuare chiusure notturne dell'erogazione nel periodo estivo. Dall'impianto di Bau Pressiu partirà il nuovo tratto di acquedotto che sarà lungo quasi venti chilometri e arriverà alla galleria di Perdaxius.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it