Cronaca

Sfrutta il fermo pesca di Capo Teulada e intasca 16mila euro. Armatore di Sant'Antioco nei guai

Lotta ai furbetti del mare, nel sacco un armatore 49enne. Per due anni ha sostenuto di non aver potuto pescare nello specchio d'acqua davanti al poligono militare, in realtà si trovava fuori dall'Isola.



SANT'ANTIOCO (CI) - Il nucleo dei carabinieri di polizia Militare ha segnalato alla Procura della Repubblica B.M., armatore 49enne nato e residente a Sant’Antioco, per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. L'uomo, infatti, aveva chiesto, tra il 2014 e il 2015, ben 16mila euro come indennizzi per non aver potuto pescare nell'area del poligono del golfo di Capo Teulada a causa delle esercitazioni miltari. Ma la realtà, in seguito alle indagini svolte dai militari, è risultata essere un'altra.

Gli accertamenti svolti hanno portato a un'altra verità: su un totale di 200 giorni (22 nel 2014 e 81 giorni nel 2015) di fermo pesca, l'armatore non aveva effettuato nessuna attività di pesca per 103 giorni, visto che  si trovava per motivi personali in varie località italiane.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it