Cronaca

Più sardo nelle biblioteche delle scuole. La Regione mette sul piatto 450mila euro

La manovra economica punta alla tutela e valorizzazione della lingua sarda. Previsto un incremento dei libri scritti nell'idioma parlato da una parte degli abitanti dell'Isola.



CAGLIARI - Arrivano 450mila euro dalla Giunta per l'acquisto di prodotti editoriali e didattici da parte delle biblioteche scolastiche. L'intervento, a favore dell'editoria e della tutela e valorizzazione della cultura e lingua sarda, è stato proposto dall'assessora della Cultura Claudia Firino e approvato dall'esecutivo. "Questo intervento - dice la Firino - vuole andare a sostegno sia delle biblioteche scolastiche sia del comparto dell'editoria locale, e intende agevolare gli istituti che sperimentano l'uso della lingua sarda. Tutto questo si concilia perfettamente con il programma di Tutti a Iscol@ che la Regione ha portato avanti in questi anni e per i quali sono stati pubblicati di recente i nuovi bandi".

Una delle esigenze maggiormente rappresentate per ciò che concerne le biblioteche scolastiche è stata infatti ovviare alla carenza di patrimonio librario, da cui la decisione dell'incremento. I beneficiari dell'intervento regionale sono le autonomie scolastiche che hanno precedentemente partecipato al censimento fornendo i dati delle proprie biblioteche e che ne fanno richiesta. Viene seguito l'ordine d'arrivo delle domande sino a esaurimento delle risorse disponibili.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it