Cronaca

Pesca di frodo, maxi sequestro da 3 tonnellate e mezzo al porto di Cagliari

Un ingente carico di oloturie (cetrioli di mare) intercettato dalle Fiamme Gialle del reparto aeronavale, erano state nascoste in un furgone. La specie marina pescata in una zona protetta, multe salatissime.



CAGLIARI - Le Fiamme Gialle del reparto operativo aeronavale del capoluogo sardo sequestrano oltre tre tonnellate e mezzo di oloturie rinvenute all’interno di un furgone. È questo l’esito di un’intensa attività svolta dai finanzieri della stazione navale di Cagliari nell’ambito di mirati controlli finalizzati a verificare il rispetto delle normative sulla pesca, commercializzazione e tracciabilità dei prodotti ittici. in particolare, in prossimità del varco di uscita del porto commerciale del capoluogo isolano, i militari hanno sottoposto a controllo un furgone al cui interno è stato rinvenuto il prezioso carico di oloturie; dalla visione dei documenti di trasporto si è potuto accertare che la specie ittica in questione proveniva da una zona di mare protetta.

L’ingente quantitativo di prodotto (specie marina molto apprezzata dalla cucina orientale), successivamente rigettato in mare previo nulla osta da parte del medico competente dell’ufficio veterinari dell’Asl cagliaritana, era in procinto di partire per un impianto di trasformazione e distribuzione del sassarese da dove, al termine del processo di lavorazione, sarebbe stato immesso in commercio e destinato al consumo umano. Sono anche scattate maxi multe, da 2mila a 12mila euro.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it