Cronaca

50mila euro intascati truffando lo Stato. Sei pescatori di Carbonia nel sacco

Per un anno hanno pescato nello stagno di Porto Pino, ma hanno dichiarato di aver gettato le reti nello specchio d'acqua davanti alla base militare di Capo Teulada, ottenendo un lauto indennizzo. In sei nei guai.



CARBONIA - Il nucleo carabinieri di polizia Militare insieme al personale della Motovedetta CC707 dei militari di Carbonia, e quello della stazione dei carabinieri di Teulada, ha segnalato alla procura della Repubblica sei uomini, per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. Gli accertamenti svolti hanno permesso di accertare che tutti i componenti della stessa cooperativa di pesca, hanno chiesto nel 2015 indennizzi per aver pescato nelle acque davanti al poligono miltare di capo Teulada.

La verità emersa, però, è stata un'altra. I pescatori hanno gettato le reti solo all’interno della peschiera nello stagno di Porto Pino. Con questo trucco sono riusciti a intascare 50mila euro. 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it