Cronaca

A Oristano aprono le case dell’acqua

Risparmiare sull'utilizzo della plastica e pagare l'acqua 5 centesimi al litro. E' l'obiettivo del Comune di Oristano che nei prossimi giorni inaugurerà tre punti di rifornimento idrico.



Le case dell'acqua, questo il nome scelto dall'amministrazione comunale, saranno inaugurate sabato 17 dicembre a Silì, Torangius e al Sacro Cuore. “Per questa amministrazione è un risultato importante – spiegano il sindaco Guido Tendas e l’assessore Sanna -. È un obiettivo che ci eravamo posti già durante la campagna elettorale nel 2012 e che, nonostante i troppi ritardi che l’hanno accompagnato, arriva a compimento”.

Gli impianti forniranno acqua naturale, refrigerata e frizzante. L’acqua proviene dall’acquedotto comunale, ma prima di essere erogata viene sottoposta a un processo di microfiltrazione per rimuovere il cloro, sterilizzarla e raffreddarla. Ogni Casa dell’acqua può fornire 1.500 litri di acqua al giorno, contribuendo al risparmio di 1000 bottiglie di plastica al giorno, 365 mila all’anno pari a 14 mila 600 chili di rifiuti plastici non prodotti ogni anno.

Il Comune, attraverso i servizi sociali, ha messo a disposizione 400 chiavette (per l’erogazione di 700 litri di acqua) delle famiglie in condizione di necessità. Verranno inoltre fornite gratuitamente 1000 bottiglie in plastica dura o vetro e 300 porta bottiglie.
Gli oristanesi potranno acquistare l’acqua al costo di 5 centesimi a litro. Il prezzo rimarrà invariato per almeno 3 anni. Il pagamento potrà essere effettuato con monete o con una tessera prepagata, mentre la quantità di erogazione programmabile sarà di 0,1 – 0,5 – 1 – 1,5 – 2 litri.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it