Cronaca

Il Sardegna Pride 2017, a luglio, a Sassari. C'è l'ufficialità: eventi anche a Alghero e Santa Teresa

Ok definitivo da parte delle varie associazioni che curano le tematiche Lgbt, serpentone arcobaleno in arrivo nel capoluogo turritano. "Grande parata con migliaia di persone".



SASSARI - È il capoluogo turritano ad ospitare, per la prima volta, il Sardegna Pride, la manifestazione per le libertà e i diritti di gay, lesbiche, transgender, bisex e queer. La decisione è del coordinamento sardo delle associazioni Lgbtq che, all'unanimità, ha deciso anche la data: il corteo arcobaleno sfila per le vie della città sabato 8 Luglio prossimo. Nelle settimane precedenti altri due appuntamenti di piazza che, in un certo senso, aprono la manifestazione: il 23 giugno a Santa Teresa e il primo uglio ad Alghero. La scelta della città, oltre che seguire il principio del Pride itinerante, è legata alla celebrazione dei 25 anni di attività del Movimento Omosessuale Sardo che nasce nel Gennaio del 1992 come circolo Arcigay Sassari. "Abbiamo pensato che portare migliaia di persone felici e colorate in piazza fosse il modo migliore per festeggiare un'associazione che è ormai parte integrante della storia della nostra città e di tutta la Sardegna" scrivono dal Mos.

Il percorso del Sardegna Pride inizia a maggio per concludersi con la grande parata finale dell'8 luglio e prevede un fitto calendario di iniziative con dibattiti, seminari, cinema, teatro, mostre collettive e personali, anche di artisti sardi emigrati all'estero, musica e, ovviamente, spettacoli e drag queen show. Il tema portante di quest'anno "è la visibilità, non solo come conclusione del percorso di auto accettazione e del coming out ma declinata in tutti i suoi aspetti: dalla liberazione dei corpi e delle identità all'omologazione (repressiva) al modello patriarcale. Vogliamo che il Sardegna Pride sia una festa collettiva ma anche un momento di analisi e confronto sui meccanismi sociali ed economici alla base dell'omofobia, del razzismo e del sessismo e, più in generale, dell'odio e della violenza", così dal Mos. "Per questo facciamo appello a tutta la città, alle associazioni, ai commercianti, alle Istituzioni: solo con la partecipazione di tutte e tutti, il Sardegna Pride può diventare una grande festa dell'amore, del rispetto e della convivenza per Sassari e tutta la Sardegna". 

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it