Cronaca

Addio alle reti-colabrodo nel Cagliaritano. 3 maxi appalti milionari, via ai cantieri "tutti sardi"

Abbanoa bandisce, le imprese dell'Isola rispondono. Operai al lavoro per dei lavori che riguardano 23 Comuni sparsi nell'area vasta del capoluogo sardo. 21 chilometri di nuove condotte e allacci ai rubinetti di migliaia di cittadini.



CAGLIARI - Investimenti da oltre 10 milioni di euro per Mandas, Isili, Senorbì, Dolianova, Monastir, Villasor, Siliqua, Barrali, Ortacesus, Selegas, Guamaggiore, Guasila, Pimentel, Sant'Andrea Frius, Gergei, Gesico, Goni, Nurri, Orroli, Siurgus Donigala, Esterzili, Sadali e San Nicolò Gerrei. Ventuno chilometri di nuove condotte e allacci alle utenze in 23 Comuni dell’ex provincia di Cagliari: Abbanoa ha aggiudicato in via definitiva tre maxi appalti per l’efficientamento delle reti idriche che riguardano numerosi centri abitati. L’investimento è di oltre dieci milioni di euro che consentirà non solo di migliorare notevolmente il servizio, ma anche di dare una boccata d’ossigeno all’occupazione. A vincere le gare, tra l’altro, sono tutte imprese sarde.

I CENTRI INTERESSATI - Il primo appalto da 3,3 milioni di euro è stato aggiudicato all’impresa Poing Costruzioni di San Gavino Monreale. Riguarderà i Comuni di Mandas, Isili, Senorbì, Dolianova, Monastir, Villasor e Siliqua. Il secondo appalto da 3,9 milioni di euro è andato all’associazione temporanea d’imprese guidata dalla Luppu di Orgosolo e riguarda il rifacimento delle reti nei Comuni di Barrali, Ortacesus, Selegas, Guamaggiore, Guasila, Pimentel e Sant'Andrea Frius. Il terzo appalto da 3,2 milioni di euro è stato aggiudicato all’impresa Angius Costruzioni con sede a Porto Torres: interverrà nelle reti idriche dei Comuni di Gergei, Gesico, Goni, Nurri, Orroli, Siurgus Donigala, Esterzili, Sadali e San Nicolò Gerrei.

GLI INTERVENTI NEI CENTRI ABITATI - Le imprese aggiudicatrici hanno due mesi di tempo per completare la progettazione esecutiva. I lavori inizieranno in primavera e andranno avanti per un anno e mezzo. I tre appalti riguardano il rifacimento di ventuno chilometri di nuove reti e i relativi allacci alle utenze interessate. Sono stati scelti i tratti di tubature con maggiori criticità che necessitano del loro rifacimento integrale perché soggette a continue rotture tanto da richiedere innumerevoli interventi di riparazione da parte delle squadre di Abbanoa. Gli appalti sono stati finanziati tramite i fondi Cipe 27/2015: in tutto 75 milioni di euro destinati a opere strategiche nel settore idrico-potabile. Complessivamente i Comuni interessati in tutta l’Isola sono cento, divisi in 16 maxi-interventi.

Ultimo aggiornamento:
Altre notizie
Rubriche
Click e Gusta
Da oggi a Cagliari la pizza si ordina così:
  1. inserisci l'indirizzo
  2. scegli la pizzeria (o il ristorante)
  3. decidi cosa mangiare
  4. attendi la consegna a domicilio
www.clickegusta.it